vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di San Maurizio d'Opaglio appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Lagna

Nome Descrizione
Indirizzo Lagna
L'abitato di Lagna è il primo a comparire nella documentazione più antica, in collegamento diretto con la pieve isolana. Nell'anno 800, infatti, sarebbe stato rogato in Lagna un atto notarile mediante il quale una Richelda "ex genere Langobardorum", avrebbe donato certi beni alla chiesa di San Giulio dell'Isola d'Orto.
Sebbene su questa appartenenza esistano non pochi dubbi, un secondo documento (e questa volta di sicura attestazione), il 10 giugno 1001 risulta redatto in "loco Alagna, iusta lacum Sancti lulii". Il villaggio medievale di Lagna sorgendo presso le rive del lago, nel passato ha manifestato una certa vocazione allo sfruttamento ed allo sviluppo delle attività economiche tipicamente lacustri, quali la pesca, l'itticoltura e i trasporti nautici.
Riguardo l'allevamento dei pesci, pur non essendo notizie specifiche, risulta che già nell'estimo redatto nel 1537 dal notaio Olina viene segnalata l'esistenza di una grande peschiera comunale, alimentata da una roggia ricavata dal torrente Lagna e situata nel lembo di terra che separa l'abitato dal lago. Gli statuti trecenteschi della Riviera d'Orto informano dell'importanza attribuita ai trasporti delle merci via lago e, dunque, all'approdo di Lagna che si inseriva a pieno titolo nel mondo dei commerci lacustri. Il territorio di Lagna comprendeva anche aree destinate al pascolo e soprattutto alla coltivazione della vite, come rivelano alcuni documenti della seconda metà del XIII secolo.
I documenti duecenteschi informano poi circa l'esistenza nel territorio di Lagna di una roggia, ovvero di un canale artificiale derivato dal torrente Lagna e deputato all'impianto di mulini ad acqua: la medesima che nel XVI alimenterà la peschiera.
La caratteristica frazione di Lagna può essere considerata un valore urbano strutturante per il territorio; si adagia lungo una strada poco frequentata ed è costituita da poche entità abitative con edifici di un certo pregio architettonico che presentano soluzioni compositive semplici, utilizzando qualche elemento aulico come colonne in granito, fasce in rilievo, ecc.
Un'antica stradina lastricata molto suggestiva diretta al lago, passa davanti ad un vecchio mulino che, presumibilmente, è di origine medievale, con successe ristrutturazioni effettuate in periodi posteriori.
Compaiono infatti colonne in pietra che costituiscono un porticato, elemento architettonico costoso e perciò prodotto di un'epoca caratterizzata da una certa floridezza economica.
Si può accedere all'abitato o attraverso un ponticello pedonale che affianca un "guado" per gli automezzi, o dalla strada che dirama dalla comunale San Maurizio-Pella.
All'ingresso del paese si trova l'oratorio di San Rocco, con campanile a ventola e pala dedicata a San Rocco.
Notevoli sono casa Allegri con porticato, casa Cattaneo datata al 1689 e con portico del 1748, e casa Bellosta, di impianto tardo settecentesco. Luogo di romantico incanto è la punta di Lagna, presso la quale si trova l'approdo.